A Casa di Lucio torna a settembre

A Casa di Lucio torna a settembre

A Casa di Lucio torna a settembre

A grande richiesta tornano a Settembre le visite guidate A Casa di Lucio Dalla e i Percorsi Della Musica.

Le giornate dedicate alla visita della Casa Museo di Lucio Dalla sono venerdì e sabato con i seguenti orari: Venerdì, Primo turno ore 16:00, Secondo turno ore 17:00, Terzo turno ore 18:00, il Sabato,Primo turno 17:00, Secondo turno 18:00. Il percorso “liutai, orchestre sinfoniche, canzone d’autore” è previsto il sabato alle ore 15:00 e ha come tappe la bottega di Bruno Stefanini Liutaio, il Teatro Comunale di Bologna e infine la Casa di Lucio Dalla. Il percorso “da Jimi Hendrix a Lucio Dalla” è previsto il sabato alle ore 16:00 e ha come tappe il Kinki Club, lo studio Fonoprint e infine la Casa di Lucio Dalla.

Per prenotare una visita guidata o per maggiori informazioni cliccare qui >>>

 “A Casa di Lucio nella città della musica” prosegue quindi un progetto avviato tre anni fa per celebrare l’anniversario di Lucio Dalla. Grande successo nel 2015 con oltre settanta artisti che accolsero il pubblico nella grande Casa di via D’Azeglio, nel 2016 l’edizione romana su Radio Rai, nel 2017 una serie di percorsi sui luoghi bolognesi di Lucio Dalla e diverse iniziative.

“A Casa di Lucio nella Città della musica” è promosso da Cna Bologna, col contributo della Camera di Commercio di Bologna, in collaborazione col Comune di Bologna e la Fondazione Lucio Dalla, l’organizzazione di Elastica. L’iniziativa rientra nel più ampio progetto di Cna “Bologna città Culturale e Creativa”.

“Cna si è dedicata con entusiasmo a questa iniziativa – spiega Cinzia Barbieri, Direttore Generale Cna Bologna – per contribuire al ricordo di un personaggio, Lucio Dalla, che è uno dei più amati di Bologna ed un vero simbolo della città. Con iniziative che permettano ad un pubblico sempre più numeroso di poter accedere ad un luogo carico di fascino e di memoria quale è la Casa di Lucio Dalla in via D’Azeglio. Ma per Cna è importante valorizzare anche quell’importante settore culturale ed economico rappresentato dall’imprenditoria legata alla musica, che a Bologna ha una delle sue capitali non solo europee. Infine questa attività è finalizzata ad elevare ulteriormente l’attrazione turistica verso Bologna con proposte culturali di altissima qualità”.