Rassegna Delle Acque

Rassegna Delle Acque

Rassegna Delle Acque

Programmazione cinematografica:

  • Martedi 12 - LA MEMORIA DELL’ACQUA  
  • Mercoled 13 - LE GRAND BLEU (THE BIG BLUE)
  • Giovedi 14 - L’ATALANTE DI Jean Vigo
  • Venerdi 15 - THE LIFE ACQUATIC - Le avventure acquatiche di Steve Zissou 
  • Sabato 16 - L’EFFETTO ACQUATICO (un colpo di fulmine a prima vista)

ORARIO PROIEZIONI: 21.00 - 21.30

Ingresso a pagamento con ticket consumazione 5€ 
Iniziativa con il patrocinio di Cna Bologna 
 

Martedi 12 - LA MEMORIA DELL’ACQUA  
Regia di Patricio Guzman
Genere docomentario
Cile - Francia- Spagna 2016, durata 82 minuti

Un bottone di madreperla incrostato nella ruggine di una rotaia in fondo al mare: è una traccia dei desaparecidos di Villa Grimaldi a Santiago, il grande centro cileno di detenzione e tortura sotto la dittatura di Pinochet. Un fiume che scorre e il tintinnio delle cascate: è la canzone dell'acqua alla base della cultura dei Selknams, popolazione nativa sudamericana trucidata dai colonizzatori. Due massacri, e la memoria dell'acqua: sono le chiavi narrative per raccontare la storia di un Paese e delle sue ferite ancora aperte, per percorrere il Cile e la sua bellezza, il Cile e la sua violenza

Quelli del cileno Patricio Guzman non si possono definire solo “documentari”. Sono viaggi, esperienze sensoriali, testimonianze vive fatte di luci, colori, suoni, immagini che restano impresse.”

“Lirico, impressionista e profondo”
“Innegabilmente profondo”

Trama e recensione approfondita >>>>

 

 

 

Mercoled 13 - LE GRAND BLEU (THE BIG BLUE)
Regia di Luc Besson
Genere drammatico, sentimentale del 1988, diretto da Luc Besson,
Francia 2002, Durata 119 minuti

Enzo e Jacques si conoscono sin da piccoli, quando insieme si immergevano nelle acque del Mediterraneo. Dopo la morte del padre di Jacques, anche lui esperto subacqueo, i due ragazzi smettono di frequentarsi. Jacques lavora in Perù per un gruppo di scienziati, dove si immerge nelle acque ghiacciate per alcuni minuti, in modo che i ricercatori possono raccogliere dati sulla sua condizione fisica, che sembra essere più simile a quella dei delfini che a quella degli esseri umani. Enzo invece è diventato un famoso campione di immersione in apnea. Un giorno i due si rincontrano per partecipare ad una gara di immersioni a Taormina. La sfida tra i due potrebbe diventare molto pericolosa per entrambi

Le film qui a marquè toute une generation

Le Grand Bleu sa regalare attimi struggenti, ansiti da adolescente e riflessioni ..”

“ La straordinaria avventura di due uomini diversi, uniti dalla stessa passione”

Trama e recensione approfondita>>>>

 

 

Giovedi 14 - L’ATALANTE
Regia di Jean Vigo
Genere Drammatico –
Francia, 1934, durata 89 minuti.

In una cittadina francese, Jean, che gestisce una chiatta fluviale da trasporto, sposa Juliette. La chiatta diventa la loro casa, in compagnia di Jules, anziano marinaio che ha girato il mondo, e di un ragazzo che li aiuta. La vita matrimoniale è gradevole. Jules incanta tutti con le storie delle sue avventure. Ben presto Juliette comincia a sentirsi a disagio in quell'angusto spazio galleggiante, fino a litigare col marito e ad andarsene. Jules è sempre più disperato. Pur di rivedere la moglie, che ha a lungo cercato, ricorre persino alla superstizione secondo la quale se terrai gli occhi aperti in acqua vedrai la tua amata. Jules si butta nel fiume, nuota a occhi aperti (è la scena "mitizzata" da una sigla di Rai 3) e vede la moglie in abito da sposa. La sua disperazione diventa intollerabile, potrebbe anche morire e allora i suoi amici decidono di ritrovare a ogni costo la donna. E la trovano. E lei è ben felice di tornare insieme agli altri.

“È il secondo e ultimo film del regista, che morì poco prima di concludere l'opera.”

Tra i più memorabili e imprescindibili di sempre.”

“Restaurato in 4K nel 2017 da Gaumont in collaborazione con Cinémathèque Française e The Film Foundation con il supporto di CNC presso i laboratori L’Immagine Ritrovata di Bologna e L’Image Retrouvée a partire da nitrati originali di prima generazione

Trama e recensione approfondita>>>

 

Venerdi 15 - THE LIFE ACQUATIC - Le avventure acquatiche di Steve Zissou 
Regia Wes Anderson
Genere comico
USA 2004, Durata 118 minuti


Steve Zissou è un famoso oceanografo e documentarista ormai in declino. Il film inizia con la proiezione del suo ultimo documentario, in cui si viene a conoscenza del fatto che, durante la spedizione, un animale mai visto prima e di cui non si vede traccia nella pellicola ha ucciso il suo migliore amico Esteban du Plantier.
Nessuno degli spettatori è disposto a credere all'esistenza dello "squalo-giaguaro" -come l'ha battezzato Steve-, di conseguenza egli non riesce a trovare nessuno che voglia finanziare la nuova spedizione alla caccia dell'animale. In questa situazione di crisi fa la conoscenza di Ned Plimpton, un tranquillo ragazzo del sud, che dice di essere probabilmente suo figlio. Steve chiede a Ned di unirsi al suo equipaggio a bordo della sua nave, la Belafonte.
Poco dopo, venuto a conoscenza delle cattive condizioni economiche in cui versa suo padre, Ned metterà a completa disposizione di Steve la sua eredità lasciatagli dalla madre morta. La spedizione può avere inizio. Dopo una serie di vicissitudini, in cui si assiste allo sviluppo del suo rapporto con Ned e con il resto dei suoi conoscenti più prossimi, Steve riesce a trovare lo squalo ma non ha il coraggio di ucciderlo. Il nuovo documentario sarà un enorme successo.

“Un viaggio assurdo alla ricerca dello squalo giaguaro con Bill Murray, Angelica Huston, Owen Wilson, Cate Blanchett, Willelm Dafoe e Jeff Goldblum.”

“In Italia al Box Office Le avventure acquatiche di Steve Zissou ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 304 mila euro e 185 mila euro nel primo weekend.”

Trama e recensione approfondita>>>

Sabato 16 - L’EFFETTO ACQUATICO  (un colpo di fulmine a prima vista)
Regia di Sólveig Anspach
Genere commedia, sentimentale del 2016
Francia-Islanda 30 agosto 2016, Durata 95 minuti


Samir, un operatore di gru quarantenne, alto e allampanato di Montreuil, nella periferia di Parigi, si innamora follemente di Agathe. Quando scopre che Agathe è un'istruttrice di nuoto presso una piscina locale e, non riuscendo a concepire un piano più astuto, Samir decide di prendere lezioni di nuoto da lei, anche se sa già nuotare alla perfezione. Le sue bugie reggeranno solo per tre lezioni, e Agathe non sopporta i bugiardi. La verità viene a galla e Agathe si infuria con lui. Ma la storia non finisce qui. Agathe parte per l'Islanda per un viaggio di lavoro, mettendo un oceano tra lei e Samir, ma non ha fatto i conti con i suoi sentimenti e la sua testardaggine.

“In Italia al Box Office L'effetto acquatico - Un colpo di fulmine a prima svista ha incassato nelle prime 3 settimane di programmazione 184 mila euro e 15,6 mila euro nel primo weekend.”

“Samir si innamora perdutamente di Agathe e farà di tutto pur di starle vicino. Ha vinto un premio ai Cesar.”

Trama e recensione approfondita>>>