La Cna ottiene la proroga delle sanzioni del SISTRI

La Cna ottiene la proroga delle sanzioni del SISTRI

Il Consiglio dei Ministero il 29 dicembre 2016 ha approvato, all'articolo 12 comma 2, l'attesa proroga del SISTRI fino al 31 Dicembre 2017. In particolare viene confermato il doppio regime, con vigenza solo delle sanzioni previste per gli adempimenti cartacei (Registro, FIR e MUD) fino al subentro del nuovo concessionario; per lo stesso periodo sono sospese le sanzioni per l'operatività del SISTRI. Viene confermata inoltre la riduzione al 50% delle sanzioni per mancata iscrizione e mancato pagamento del contributo fino al collaudo con esito positivo della piena operatività del nuovo sistema. Viene inoltre prorogato il contratto alla Selex fino alla presa in carico del sistema da parte nel nuovo gestore, nonché la corresponsione di ulteriori di 10 milioni per il 2017; ciò conferma le motivazioni i per le quali vengono ancora chieste risorse alle imprese tramite il pagamento del contributo, pur non essendo ancora effettivamente operativo alcun sistema.

La Cna, insieme a tutte le associazioni di categoria, aveva chiesto al Ministero di assicurare il rinvio tempestivo dell’applicazione delle sanzioni per la piena operatività dell’attuale SISTRI ad oggi fissata al 31 dicembre 2016.

Si ritieneva necessario il rinvio delle sanzioni in quanto i tempi della gara, della realizzazione del nuovo sistema, del necessario periodo di sperimentazione con gli operatori non erano compatibili con la scadenza della non applicabilità delle sanzioni di fine anno.

Il SISTRI è il Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, nato su iniziativa del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, per permettere l'informatizzazione della tracciabilità dei rifiuti speciali e dei rifiuti urbani. Le associazioni negli anni si stanno impegnando per delineare un sistema di tracciabilità efficace e utile all’effettiva gestione dei rifiuti da parte delle imprese e al necessario sistema di controllo da parte delle istituzioni competenti.

Unitamente al rinvio della proroga le associazioni di categoria hanno chiesto al Ministero anche il cronoprogramma delle attività che porterebbero al superamento del Sistri attuale e gli adempimenti amministrativi che attualmente sono richiesti agli operatori che garantiscono la tracciabilità dei rifiuti.

In allegato la lettera congiunta di tutte le associazioni di categoria al Ministero per la proroga delle sanzioni.

http://www.cna.it/notizie/cna-subito-la-proroga-del-sistema-di-tracciabilita-dei-rifiuti-speciali-e-le-imprese-non-0#.WFqnpGczWM9