Aspiranti qualifica restauratori, ecco come saranno le prove

Aspiranti qualifica restauratori, ecco come saranno le prove

Aspiranti qualifica restauratori, ecco come saranno le prove

La conferenza unificata ha approvato nella riunione del 13 febbraio lo schema di decreto che reca la disciplina delle modalità per lo svolgimento della prova di idoneità, con valore di esame di Stato abilitante, finalizzata al conseguimento della qualifica di restauratore dei beni culturali per quanti abbiano ottenuto la qualifica di “collaboratore restauratore di beni culturali” in basi a requisiti maturati prima del 2012.

La prova teorica consisterà in un test articolato in sessanta quesiti a risposta multipla su materie specifiche e sulla legislazione dei beni culturali. La prova tecnico-pratica si articolerà in relazione ai 12 diversi ambiti di competenza e prevede la progettazione dettagliata, in materiali e metodi, di un intervento di restauro avente ad oggetto un manufatto, un complesso di manufatti o un bene architettonico decorato. La valutazione della progettazione come atto critico dovrà verificare la formazione e competenza interdisciplinare del restauratore.