Autorizzata la biomassa di lievito (Yarrowia lipolytica) al selenio

Emanato il Regolamento di esecuzione (UE) 2020/1993 del 04/12/2020, pubblicato in GUUE L410 del 07/12/2020, che autorizza l'immissione sul mercato della biomassa di lievito (Yarrowia lipolytica) al selenio quale nuovo alimento a norma del regolamento (UE) 2015/2283 e che modifica il regolamento di esecuzione (UE) 2017/2470. La biomassa di lievito Yarrowia lipolytica è già stata autorizzata quale nuovo alimento da utilizzare negli integratori alimentari, tranne gli integratori alimentari destinati ai lattanti e ai bambini nella prima infanzia. Il 22 agosto 2018 la società Skotan SA («il richiedente») ha presentato alla Commissione una domanda di immissione sul mercato dell'Unione della biomassa di lievito Yarrowia lipolyticaarricchita di selenio quale nuovo alimento. La domanda del richiedente riguardava l'uso di tale sostanza in integratori alimentari, tranne gli integratori alimentari destinati ai lattanti e ai bambini nella prima infanzia. I livelli massimi di uso proposti dal richiedente sono pari a 2 g al giorno per i bambini di età compresa tra i tre e i nove anni e 4 g al giorno per gli adolescenti e gli adulti. La Commissione ha richiesto il parere scientifico dell'EFSA la quale ha concluso per la sicurezza della sostanza ma ha, tuttavia, osservato che, ai livelli d'uso proposti dal richiedente, l'assunzione del nuovo alimento in combinazione con una dieta di base ricca di selenio potrebbe portare a un'assunzione totale di selenio superiore al livello massimo tollerabile di assunzione per il selenio stabilito dal comitato scientifico dell'alimentazione umana, in tutti i gruppi di popolazione bersaglio, ad eccezione dei bambini di età compresa tra i sette e i nove anni. Alla luce dell'osservazione formulata dall'Autorità il richiedente ha presentato alla Commissione una domanda modificata per quanto riguarda le condizioni d'uso: ha proposto che il nuovo alimento sia utilizzato negli integratori alimentari destinati alla popolazione in generale a partire dai 4 anni di età, a livelli compresi tra 50 mg/giorno e 800 mg/giorno. A tali condizioni, la Commissione ha autorizzato l'immissione in mercato della sostanza in questione, includendone in Allegato le condizioni d'uso e i requisiti in materia di etichettatura. Entra in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione in GUUE.

C.F. 80040250377