Bonus 200 euro: come richiederlo

Sulla Gazzetta Ufficiale del 17/5/22 è stato pubblicato il DL 50/2022 denominato “Decreto Aiuti” che, fra le varie misure di sostegno dell’economia italiana, introduce l’indennità una tantum pari a € 200 per i lavori e pensionati e non solo.

 

BENEFICIARI

 

Lavoratori dipendenti

Pensionati

Lavoratori domestici

Titolari di NASpI/DisColl

Titolari di DS-Agricola 2021

Co.co.co

Lavoratori autonomi privi di partita IVA

Lavoratori stagionali

Lavoratori dello spettacolo

Incaricati di vendite a domicilio

Percettori di Reddito di Cittadinanza

 

REQUISITI E COME OTTENERLO

In linea generale, per l’anno 2021, occorre aver conseguito un reddito Irpef personale non superiore a 35mila euro (non contano i redditi del coniuge, né i redditi esenti da imposizione fiscale come i trattamenti di invalidità civile).

E’ necessario essere residenti in Italia.  

L’importo del bonus è uguale per tutti gli aventi diritto ed è stabilito in € 200,00.

 

Il sussidio viene riconosciuto soltanto una volta, anche se si hanno più rapporti di lavoro.

 

Pensionati e Dipendenti

Il bonus da 200 euro verrà automaticamente erogato dall’INPS e dai Datori di lavoro.

Non è necessaria la presentazione di alcuna domanda.

 

Lavoratori Autonomi privi di partita IVA

 

Per aver diritto al bonus, occorre:

  1. essere stati titolari di contratti autonomi occasionali ed avere almeno un contributo mensile versato nell’anno 2021;
  2. Risultare già iscritti alla Gestione Separata alla data del 18 maggio 2022

 

Si attendono chiarimenti in merito alla modalità di compilazione e presentazione delle domande.

 

Colf/Badanti

I lavoratori dovranno presentare all’INPS apposita domanda telematica. La domanda potrà essere presentata in autonomia collegandosi al sito dell’INPS oppure avvalendosi di un Patronato. ATTENZIONE: è necessario essere titolari di uno o più rapporti di lavoro alla data del 18 maggio 2022.

Il bonus sarà erogato entro luglio 2022

 

LAVORATORI AUTONOMI (artigiani, commercianti e professionisti iscritti all’INPS)

Per questa categoria, è prevista l’istituzione di uno specifico fondo con una dotazione di € 500 milioni per il 2022 destinato al riconoscimento di un’indennità una tantum. 

Si è in attesa dello specifico Decreto attuativo da parte del Ministero del Lavoro.

 

Per ulteriori chiarimenti rivolgetevi al vostro consulente di fiducia.