Cioccoshow 2018 da Guinness

Cioccoshow 2018 da Guinness

Cioccoshow 2018 da Guinness

Un giorno in più di manifestazione, più spazio per il pubblico, raddoppiati gli espositori e un Guinness World Record di cioccolato. Il Cioccoshow, che quest’anno arriva alla sua quattordicesima edizione, presenta queste novità rispetto all’anno scorso.

Il Cioccoshow 2018 si terrà ancora in Piazza XX Settembre da giovedì 15 novembre a domenica 18 novembre con i seguenti orari: tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 20:00 e il sabato sera la Ciocconight con gli stand aperti fino alle ore 24:00.

La manifestazione è promossa da Cna Bologna con il contributo della Camera di Commercio di Bologna. L’organizzazione dell’evento è curata da BF Servizi. Col patrocinio di Comune di Bologna, Città Metropolitana di Bologna e Regione Emilia-Romagna. Col sostegno di Assicurazioni Generali Ag. Bologna Levante e Mondo Convenienza sponsor della manifestazione. Media Partner Qn – il Resto del Carlino, Nettuno tv e Radio Bruno.

www.cioccoshow.it

https://www.facebook.com/cioccoshow/

L’ingresso è come sempre gratuito. Tutte le informazioni sempre aggiornate sul sito www.cioccoshow.it e sulle pagine Facebook e Instagram del Cioccoshow.

Per il secondo anno consecutivo il Cioccoshow avrà dunque luogo in Piazza XX Settembre: per consentire al pubblico di spostarsi più agilmente tra gli stand e godere della grande varietà di offerta di cioccolato che caratterizza l’edizione di quest’anno, l’edizione si estenderà anche nella via Galliera pedonalizzata e in via Gramsci. Raddoppiato il numero di stand per questa edizione: sono 51 gli espositori e, se lo spazio lo avesse consentito, il numero sarebbe salito ulteriormente. 

Espositori provenienti da tutto lo stivale: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Umbria, Puglia, Sicilia e Calabria. Ma non solo: quest’anno si registrerà la più alta presenza di stand stranieri al Cioccoshow: sette stand di cioccolatieri sloveni e belgi e uno stand promozionale del Radovljica Chocolate Festival.

Grazie al supporto dello Sportello Cna Estero di Cna Bologna si è infatti istituito un gemellaggio con il Radovljica Chocolate Festival, Festival del cioccolato artigianale sloveno che si tiene ogni anno nel mese di aprile nella cittadina di Radovljica. Questo gemellaggio intende valorizzare, attraverso lo scambio culturale tra due realtà cioccolatiere, la produzione del cioccolato artigianale di alto livello dei rispettivi Paesi: Italia e Slovenia.

Lo scambio è reciproco: col Cioccoshow si intende favorire il business dei cioccolatieri sloveni in Italia e l’anno prossimo ad aprile, al Radovljica Chocolate Festival, il business dei cioccolatieri italiani in Slovenia.

L’idea è infatti quella di portare una delegazione dei cioccolatieri italiani alla manifestazione slovena per far conoscere all’estero le peculiarità del cioccolato artigianale italiano e di promuovere nel contempo il Cioccoshow e la città di Bologna, rafforzando sempre più questo sodalizio Italia-Slovenia.

Ma non è tutto. Questa edizione molto probabilmente vedrà un importante e significativo riconoscimento a livello mondiale. Venerdì 16 novembre alle ore 12:00 verrà infatti svelato il Guinness World Record di cioccolato: il più grande mosaico di cioccolato al mondo che rappresenterà la bandiera italiana.

La società ICHOCO di Gorizia realizzerà questo grande manufatto: la bandiera misurerà oltre 50 m2 con un peso complessivo superiore agli 800 kg di cioccolato realizzata da maestri cioccolatieri italiani in 120 ore di lavoro.

Alla presenza del giudice ufficiale del Guinness dei primati verrà dichiarato se il tentativo di record sarà raggiunto e se il mosaico con la bandiera d’Italia di cioccolato (al gusto tricolore di fragola, vaniglia e limone) sarà il più grande del mondo.

Molto vasta sarà anche l’offerta di cioccolato proposta dagli espositori: tavolette di cioccolato interamente fatte a mano, praline, torroni, confetti, fino ad arrivare al cioccolato biologico, senza glutine e senza olii essenziali, "al naturale", adatto anche a chi soffre di intolleranze alimentari, o i churri imbevuti nella cioccolata di Sam Churros, il cioccolato vegan, esclusivamente composto da massa di cacao, zucchero e burro di cacao, il cioccolato crudo, il cioccolato “bean to bar”, prodotto nei laboratori artigianali non utilizzando semilavorati ma utilizzando selezioni di fave di cacao importate in quantitativi non industriali ma adatti ai laboratori artigianali.

Confermato il Laboratorio artigianale del cioccolato che anche quest’anno ospiterà gratuitamente tutti coloro che vorranno assistere alle dimostrazioni e alle lezioni sulla storia della produzione del cioccolato condotte dai Maestri Cioccolatieri del Cioccoshow: Renato Zoia, maestro cioccolatiere bolognese, da oltre cinquant’anni nel mondo della pasticceria, pluripremiato, nominato Ambasciatore del Cibo Italiano nel Mondo dalla Camera di Commercio di New York; Luigi Derniolo, Presidente dell’Associazione Pasticceri salentini, la sua attività di pasticcere e cioccolatiere a Galatina è famosa ben oltre il Salento; Giuseppe Mosca, che si contraddistingue per la qualità e la prelibatezza delle proposte della sua Pasticceria Milledolci, apprezzata da una vasta clientela, tanto da fare del punto vendita in pieno centro a Gubbio un riferimento di grande rilievo per l’intera comunità cittadina.

Nel laboratorio, che sarà affollato come tutti gli anni da cittadini e scolaresche, saranno proposti momenti divulgativi sulla storia del cacao, sulle tecniche di lavorazione e sulle proprietà nutrizionali del cioccolato.

Presenti alla manifestazione anche Madalina Pometescu. Nel 2014 ha vinto la prima edizione di Bake Off Italia - Dolci in forno, in onda su Real Time, ha pubblicato il libro "Dolci di cuore" edito da Rizzoli e si è specializzata in dolci per allergie ed intolleranze. Giovedì 15 novembre dalle 17.00 alle 18.30 sarà gradita ospite nel laboratorio artigianale del Cioccolato, grazie al supporto di Assicurazioni Generali Ag. Bologna Levante, nell’ambito di uno show cooking dal titolo “Box Gastronomica”, durante il quale la Chef condivide preziosi consigli e trucchi di cucina e racconta curiosi e appassionanti aneddoti legati agli ingredienti, fornendo due ricette semplici, ma gustose ed eccezionali da replicare.

Francesco Elmi, affermato pasticcere bolognese che ha saputo tramutare la sua passione in una consolidata professione, titolare della pasticceria Regina di Quadri, membro dell'Accademia Maestri Pasticcieri Italiani e ospite di diverse trasmissioni gastronomiche nazionali: sarà presente al laboratorio venerdì 16 novembre per alcuni momenti di show cooking.

Sabato 17 ospite sarà Leonardo Di Carlo, noto volto televisivo e grande maestro pasticciere conosciuto a livello internazionale, che terrà due momenti dimostrativi uno alla mattina ed uno al pomeriggio.

Domenica 18 si svolgerà come di consueto l'assegnazione del premio Sodero, intitolato alla memoria di Angelo Sodero, fondamentale collaboratore del Cioccoshow e stimato pasticcere e cioccolatiere conosciuto in tutto il mondo, per la sua incessante attività di coesione tra gli operatori del settore. Quest'anno il premio Sodero verrà assegnato al maestro Mario Morri, fondatore del Sigep di Rimini che da anni persegue gli ideali di aggregazione del mondo della pasticceria nel solco di quanto sempre professato dall'amico Sodero.

Grande importanza quest’anno sarà data alla componente didattica della manifestazione: grazie alla collaborazione con due espositori del Cioccoshow, To Ciok e La Via Del Cioccolato, verrà realizzato un nuovo modulo didattico dal titolo “Piante cacao”, all'interno del quale il pubblico potrà camminare in una riproduzione di una piantagione di cacao con piante vere.

Il percorso proseguirà con la dimostrazione della sgranatura delle cabosse di cacao all'interno delle quali ci sono le fave fresche, fino all'ultima fase della lavorazione con il matete, una sorta di antico mortaio che serviva per tritare le fave essiccate, come era in uso nell'epoca maya.

Terminato questo percorso si entrerà all'interno della Fabbrica del Cioccolato dove il pubblico potrà rendersi conto della lavorazione industriale delle fave dalla tostatura al concaggio, tecnica inventata da Rudolph Lindt nel 1879, che permette di mantenere a lungo rimescolato il cioccolato fuso per assicurare una più omogenea miscelazione. Il cioccolato prodotto con questa tecnica di lavorazione prese il nome di cioccolato fondente.
Al termine di questo percorso si potrà trovare il laboratorio all'interno del quale il cioccolato, lavorato dalle abili mani degli artigiani, si trasforma nella moltitudine di prodotti che tutti consumiamo.

Si tratta quindi di una sorta di viaggio nel tempo, dalle antiche tecniche di lavorazione maya, alla meccanizzazione delle lavorazioni grazie all'industrializzazione fino alla moderna maestria artigianale nella creazione dei prodotti di cioccolato: un percorso didattico completo che non è mai stato realizzato in alcuna manifestazione anche a livello mondiale.

Sabato sera 17 novembre confermatissima la Ciocconight: divertimento assicurato con gli stand aperti fino alle 24:00 e spettacoli e musica dal vivo.