Cna: moratoria sulle tasse

Sospendere, ridurre, rinviare e se possibile annullare le imposte e le tasse comunali.

Una moratoria necessaria per tutta l’area bolognese, se vogliamo che dopo l’emergenza coronavirus l’economia riparta.

E’ quanto chiede la Cna di Bologna a tutti i Sindaci bolognesi della Città Metropolitana in una lettera che è partita questa mattina.

In particolare, Cna chiede interventi su Tari, Cosap e concessioni Comunali (sospensione, riduzione, ove possibile annullamento), Imu e imposta pubblicità (rinvio termine di pagamento), riscossione ruoli (rinvio dei termini).

“In giorni così difficili e complicati – scrivono il Direttore Cna Bologna Claudio Pazzaglia e il Direttore Cna Servizi Bologna Marco Mazzanti - la tenuta del tessuto civile, sociale ed economico di una comunità è essenziale per affrontare la crisi e preservare le risorse attive del territorio per il nostro futuro rilancio”.

“Cna Bologna – proseguono Pazzaglia e Mazzanti - in questo momento sta assistendo e accompagnando gli artigiani, i professionisti e le imprese del territorio mantenendo un presidio operativo e vuole sollecitare le Amministrazioni Comunali ad assumere gli interventi necessari a sostenere e semplificare l’attività delle nostre realtà produttive e di servizio, con la speranza che in tempi brevi il nostro impegno di contrasto al Covid-19 dia i suoi frutti e ci consenta, superata questa fase di emergenza, di tornare velocemente alla normalità“.      

“Per questi motivi – concludono Pazzaglia e Mazzanti - poniamo alla Sua attenzione il nodo della tassazione locale che, seppur non risolutiva, può essere una leva importante di attenzione e valorizzazione sociale degli imprenditori locali.             Le chiediamo quindi di adottare tutte le misure necessarie al fine di:
- sospendere, ridurre, ove possibile annullare gli oneri delle tasse (TARI), dei canoni (COSAP) e delle concessioni comunali;
- rinviare il termine di pagamento dell’IMU;
-rinviare i termini di pagamento dell’imposta di pubblicità;
- rinviare i termini per la riscossione dei ruoli”.

C.F. 80040250377