Cna Network: un successo

Cna Network: un successo

Cna Network: un successo

Sette colloqui e dieci occasioni di business”: è questa l’immagine raccolta tra chi oggi c’era e che ben sintetizza l’edizione 2019 di CNANetwork National Business Day, la seconda di carattere nazionale svoltasi al MiCo di Milano. Al taglio del nastro erano presenti il presidente nazionale CNA, Daniele Vaccarino, la vicepresidente di CNA Lombardia, Marialisa Boschetti, la presidente di CNA Milano, Daniela Cavagna, il presidente della commissione permanente Attività produttive della regione Lombardia, e Cristina Tajani, assessore alle Politiche del lavoro e Attività produttive del comune di Milano.

Quasi 300 le imprese della meccanica presenti, che sono arrivate da tutta Italia, e per la prima volta anche dall’estero, per condividere soluzioni, promuovere prodotti, scambiare idee e allargare la rete di contatti, abbattendo costi e tempi. È qui la formula vincente di CNANetwork Business Day: concentrare, in un giorno, mesi di contatti che quest’anno ha presentato importanti novità: la presenza di dieci operatori stranieri, arrivati da Germania, Francia e Svezia, 45 player e due partner istituzionali, quali Ice e Camera di Commercio Italo-tedesca.
Nell’epoca del virtuale, strette di mano concrete tra imprenditori e dirigenti che per sei ore, nel corso dei sette incontri -in media- programmati, hanno posto le basi per tante occasioni da sfruttare da domani stesso, appena rimesso piede in ufficio. Tante opportunità, da quelle fitte agende, disegnate in questi mesi di intensi scambi e proposte di incontro formulate attraverso la piattaforma creata da CNA. Tra di loro si chiamano “candidati”: siedono a un lato e dall’altro del tavolo e si scelgono reciprocamente, se il “matching” è quello giusto.

Un’edizione che ha offerto l’occasione per fare un bilancio delle precedenti: per tanti partecipanti non era la prima volta. Con la loro presenza hanno ribadito la fiducia in questo strumento. Una fiducia confermata dai numeri: un incontro su cinque si è trasformato in occasione di business e la metà di queste in un contratto.
“I precedenti incontri hanno portato risultati positivi per molti che sono qui oggi. Questa edizione ha raggiunto il traguardo di 281 imprese presenti. E’ il nostro modo di fare rappresentanza: rendendoci utili alle imprese, aiutandole a costruire il loro business, a crescere e a stabilire accordi commerciali”, ha osservato il presidente nazionale CNA, Daniele Vaccarino.

Dall’azienda che propone assistenza remota in realtà aumentata in sala operatoria, al player svedese che opera nell’automotive e nella componentistica italiana ha trovato occasioni di sbocco per i suoi progetti nell’elettrico. E ancora: tante aziende specializzate nella meccanica di precisione, nella produzione di macchinari per la lavorazione di pietre e metalli o per lo stampaggio di materiali plastici a iniezione.
Sei ore a proporre e ascoltare. E durante la pausa del pranzo li vedevi ancora lì, a sfruttare ogni minuto di un’occasione senza precedenti.