Con Cristiano Cremonini e il Teatro del Baraccano a passeggio

 

Tre suggestivi itinerari nel cuore di Bologna, condotti con verve tipicamente petroniana dal tenore e scrittore Cristiano Cremonini e ideati e realizzati insieme al Teatro del Baraccano per scoprire i luoghi e le persone che, nel corso dei secoli, hanno reso grande e rinomata nel mondo la Città delle Arti e della Musica.

Il Teatro Comunale, primo teatro pubblico d'Italia, la Basilica di San Petronio, il Conservatorio Martini, l'Accademia Filarmonica... ma anche tante importanti istituzioni ed edifici oggi poco conosciuti o scomparsi. Farinelli, “il più meraviglioso cantante del XVIII secolo”, il giovane Mozart, il vulcanico Rossini, il riservatissimo Verdi, fino ad arrivare a Wagner e alla sua “musica dell’avvenire”, che approdò in Italia 150 anni fa proprio grazie alla pionieristica, esterofila ed accogliente città dotta dell'Emilia-Romagna.

Tutti i percorsi termineranno al Teatro de Baraccano, dove si assisterà ad uno dei concerti in programma eseguiti dall’Orchestra del Baraccano, diretta da Giambattista Giocoli.

Ogni concerto sarà preceduto da un piccolo aperitivo nel Cortile del Teatro del Baraccano.

Cna Bologna ha dato il patrocinio alla manifestazione, sono previsti sconti per i soci Cna.

Tutte le info su https://www.teatrodelbaraccano.com/teatro-della-gente

 

 

Il Teatro della Gente

Passeggiando fra i Portici di Strada Maggiore e via Santo Stefano

 

Passeggiata e concerto

                    27 maggio

                    21 agosto

Costeggiando la torre degli Asinelli e imboccando Strada Maggiore, si incontra Palazzo Lupari, antica dimora di una diva bolognese del Bel canto. Proseguendo su questa via troviamo altre preziose residenze di personaggi illustri, come Palazzo Sampieri Talon, Casa Rossini e Palazzo Sanguinetti, oggi sede del prestigioso Museo Internazionale della Musica.

Giunti sotto l'inconfondibile porticato di Santa Maria dei Servi e proseguendo per via Guerrazzi, tappa obbligata è Palazzo Carrati, sede dell'Accademia Filarmonica, istituzione musicale fra le più antiche d'Europa.

Il percorso si concluderà al Teatro del Baraccano per assistere al concerto Il Barbiere a Fumetti, con l'Orchestra del Baraccano diretta da Giambattista Giocoli.

Il concerto sarà preceduto da un piccolo aperitivo nel Cortile del Teatro del Baraccano.

 

 

Il Teatro della Gente

Passeggiando fra i Portici di via Belle Arti e via Zamboni

 

                    24 agosto

                    30 agosto

                    26 novembre

                    10 dicembre

 

Fra i Giardini del Guasto e Piazza Verdi anticamente sorgeva l'immenso Palazzo Bentivoglio, una sorta di "Domus Aurea" rinomata in tutta Europa; al suo posto oggi c'è il Teatro Comunale, primo teatro pubblico d'Italia, progettato dal celebre architetto e scenografo Antonio Galli Bibiena.

In via Mentana troviamo ancora l'edificio che ospitò il Teatro Contavalli; proseguendo su via Goito incontriamo la prima dimora bolognese di Farinelli, il più famoso cantante eunuco della storia, mentre in Piazza Rossini vi è la sede del Conservatorio di Musica, intitolato a Giovan Battista Martini, l'illustre padre francescano istitutore della Scuola musicale bolognese.

Il percorso si concluderà al Teatro del Baraccano per assistere rispettivamente a Respighi Suite, ad Aida, alla Sagra della Primavera, selezioni dall'Opera in concerto con l'Orchestra del Baraccano, diretta da Giambattista Giocoli.

 

Il concerto sarà preceduto da un piccolo aperitivo nel Cortile del Teatro del Baraccano.

 

Il Teatro della Gente

Passeggiando fra i Portici di Piazza Maggiore e via San Domenico

 

                   

                    25 giugno

                    19 agosto

 

Nella metà del Cinquecento il Palazzo del Podestà ospitava il primo grande teatro interamente costruito in legno: il Teatro della Sala. La Basilica di San Petronio custodisce la più antica istituzione musicale cittadina di rilevanza europea. Palazzo dell'Archiginnasio, antica sede universitaria, racchiude al suo interno uno degli spazi più significativi della storia musicale cittadina: la Sala dello Stabat Mater. Attraversando Piazza Galvani, si accede all'antichissima Corte Galluzzi, dove nacque una celebre cantante lirica, mentre proseguendo su via Farini verso Piazza Minghetti, sorgeva il seicentesco Teatro Formagliari, uno dei primi esempi di teatro all'italiana.

Il percorso si concluderà al Teatro del Baraccano per assistere al concerto Mysliveček, il divino boemo, con l'Orchestra del Baraccano diretta da Giambattista Giocoli.

 

Il concerto sarà preceduto da un piccolo aperitivo nel Cortile del Teatro del Baraccano.​