BANDO REGIONE EMILIA ROMAGNA: CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO ALLE IMPRESE PRODUTTIVE AREE MONTANE DELL’EMILIA-ROMAGNA

 

La Regione Emilia-Romagna con il presente bando ha messo a disposizione fondi per euro 2.500.000 per favorire e sostenere lo sviluppo del tessuto produttivo regionale partendo dalle imprese presenti nella montagna Emiliano-Romagnola che pongono le basi per garantire una funzione di presidio del territorio, essenziale per una sostenibile tenuta del sistema montagna.

 

BENEFICIARI

  • Imprese di qualsiasi forma giuridica e codice attività (con esclusione dei settori pesca, acquacoltura, produzione primaria di prodotti agricoli) costituite ed iscritte nel registro delle imprese e/o REA;
  • Con sede o l’unità locale oggetto dell’intervento ubicata in uno dei Comuni montani di cui all’Allegato A);
  • Che non si trovino in stato di fallimento o altre procedure concorsuali e il legale rappresentante e/o gli altri soggetti che ricoprono cariche o ruoli in organi della società/impresa non siano destinatari di provvedimenti di decadenza.

Le imprese di trasformazione aventi codice Ateco C.10 (LAVORAZIONE E CONSERVAZIONE DI CARNE E PRODUZIONE DI PRODOTTI A BASE DI CARNE) possono partecipare solo se aventi un numero di U.L.A. (unità lavorative aziendali) rilevabili dal LUL fino a 15 unità.

 

INTERVENTI FINANZIABILI

 

Realizzare in unità locali ubicate in uno o più Comuni montani dell’Emilia-Romagna (allegato A) e relativi ad almeno uno dei seguenti:

  1. riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento di edifici e strutture, e relative pertinenze, in cui l’impresa richiedente svolge l’attività;
  2. acquisto, riqualificazione, ristrutturazione e/o ampliamento di edifici e strutture, e relative pertinenze, dismesse nelle quali l’impresa richiedente si impegna a svolgere l’attività;
  3. investimenti in macchinari, attrezzature e relativi impianti candidati da un’impresa che svolge, o si impegna a svolgere l’attività.

 

SPESE AMMISSIBILI

  1. Investimenti in attivi materiali (acquisto terreni, immobili, impianti, macchinari e attrezzature)
  2. Investimenti in attivi immateriali (diritti di brevetto, licenze, know-how o altre forme di proprietà intellettuale)
  3. Opere di ristrutturazione edilizia ed impiantistica (ammissibili al costo previsto dal computo metrico)
  4. Costi di progettazione degli interventi edilizi e di impiantistica (riconosciuti in base ai tariffari professionali degli ordini di appartenenza vigenti nel 2016) nel limite max del 10% dei costi totali a+b+c).

 

ENTITA’ CONTRIBUTO

Contributo a fondo perduto (in regime de minimis) nella misura del 70% dell’importo di spesa ammissibile. Contributo max euro 150.000.

Spesa minima euro 25.000.

 

PRESENTAZIONE DOMANDA

Le domande possono essere presentate (dal legale rappresentante o da persona con Procura speciale) alla Regione esclusivamente tramite PEC a partire dal 19/07/2021 e fino al 16/09/2021 ore 13.00.

 

SERFINA PUÒ SUPPORTARVI IN OGNI FASE DELLA RICHIESTA DEL CONTRIBUTO

 

Leggi qui la scheda di approfondimento che abbiamo predisposto per te >>>

 

Per maggiori informazioni e supporto: 051 370107 | serfina@serfina.net                  

C.F. 80040250377