La Regione ha riaperto il Fondo Energia, fondo rotativo di finanza agevolata che sostiene gli interventi di Green Economy (risparmio energetico e/o sfruttamento di fonti energetiche rinnovabili) realizzati dalle imprese di qualsiasi dimensione o da ESCo rientranti nei codici Ateco definiti dal bando (vedi scheda di sintesi per i dettagli >>>).

Dal 25 giugno 2020 fino al 15 settembre 2020 sarà possibile presentare domanda.

L’agevolazione consiste nella possibilità di chiedere un finanziamento bancario a “provvista mista” dove il 70% dell’importo richiesto viene erogato dal fondo e concesso a tasso 0% (zero) mentre il restante 30% è erogato dalla banca ad un tasso convenzionato non superiore all’EURIBOR 6 mesi +4,75% (clicca qui per visualizzare le banche convenzionate >>>). Il fondo, in aggiunta al finanziamento agevolato, prevede la possibilità di un contributo a fondo perduto (fino max 8,75% dell’importo del finanziamento) a copertura delle spese tecniche (diagnosi energetica e/o  progettazione energetica) utili e propedeutiche alla preparazione  alla realizzazione degli interventi oggetto del finanziamento.

Il finanziamento può essere richiesto con durata fino a 96 mesi (8 anni)  e per un importo minimo di € 25.000 e massimo di € 750.000. L’agevolazione del Fondo Energia è cumulabile, nei limiti previsti dai regimi di aiuto applicabili, con altre forme di sostegno riconosciute agli interventi di efficienza energetica e/o di utilizzo di forti rinnovabili.

Il Fondo Energia finanzia interventi a sostegno della promozione dell’efficienza energetica e dell’uso di energia rinnovabile delle imprese e sono considerate ammissibili le seguenti tipologie di spese:

  • interventi su immobili strumentali: ampliamento e/o ristrutturazione, opere edili funzionali al progetto;
  • acquisto ed installazione, adeguamento di macchinari, impianti, attrezzature, hardware;
  • acquisizione di software e licenze;
  • consulenze tecnico/specialistiche funzionali al progetto di investimento;
  • spese per la redazione di diagnosi energetica e/o progettazione utili ai fini della preparazione dell’intervento in domanda.

Ad eccezione delle spese per la diagnosi energetica o progettazione energetica, che possono essere state già realizzate con data successiva al 01/06/2014, tutte le altre spese relative agli interventi per cui si chiede il finanziamento al Fondo dovranno essere sostenute dal giorno successivo alla presentazione della domanda.

Alla presentazione della domanda occorre avere Delibera Bancaria al finanziamento e  Diagnosi Energetica.

CNA Bologna può assistere gli associati interessati a questa misura attraverso:

I CONSULENTI DI SERFINA possono accompagnare le imprese nella richiesta del finanziamento e nella presentazione delle domande di contributo.

Per approfondimenti contattare:

serfina@serfina.net T. 051 370.107 o direttamente i consulenti:

Margherita Bartolacelli  347 6030568 | m.bartolacelli@serfina.net  

Marisa Rossi  348 3111132 | m.rossi@serfina.net

Cristiano Bartolini  348 6913689 | c.bartolini@serfina.net

Gianluca Ciciriello  348 3111122 | g.ciciriello@serfina.net

I PROFESSIONISTI E LE IMPRESE DEL CLUB ECCELLENZA ENERGETICA di CNA Bologna che possono redigere le diagnosi energetiche necessarie, occuparsi della progettazione degli interventi o della realizzazione delle opere.

Per approfondimenti contattare: info@cnaenergia.it | T. 051 299.212.

C.F. 80040250377