Giovani introvabili, se si impegnano possono guadagnare come ingegneri

 

La Mira di Argelato, azienda 4.0 specializzata nella lucidatura speculare di stampi, incisioni, microsaldatura laser e marcatura è un osservatorio “sensibile” per misurare la distanza che separa la disponibilità e la preparazione di giovani figure tecniche e la necessità delle imprese. Lo è perché le lavorazioni che svolge, oltre a macchine di nuova generazione richiedono anche tanto lavoro “al banco”, di aggiustaggio nel quale precisione, pazienza e ingegno sono fondamentali.

 

Per formare un giovane al nostro lavoro occorrono almeno dieci anni

“Per trovare l’ultima risorsa che abbiamo inserito – spiega Daniele Raisa, 59 anni, titolare dell’azienda dove lavora anche il figlio – abbiamo impiegato diversi mesi. E quando finalmente si trova un ragazzo che ha voglia di lavorare si è appena all’inizio dell’opera. Per formare un giovane al nostro lavoro – prosegue – occorrono almeno dieci anni. E non sempre il percorso va a buon fine perché in molti si scoraggiano e magari lasciano proprio quando stanno iniziando a fare progressi”.

Fra i fattori che concorrono a rendere difficile la ricerca e l’inserimento, secondo Raisa, c’è anche una certa “miopia” nelle famiglie che creano nei ragazzi aspettative non sempre adeguate.

“Spesso sono i genitori a volere che il loro figlio faccia l’avvocato o il manager e a storcere il naso per il lavoro in officina ma a mio parere in questo modo non li aiutano a costruirsi un percorso professionale”.

 

Il mondo dell’istruzione dovrebbe aggiornarsi

“Negli anni – prosegue Raisa – abbiamo cercato di stabilire un rapporto con gli istituti tecnici del territorio perché ci segnalassero ragazzi interessati o anche per stage ma i risultati non sono stati molto incoraggianti e su questo aspetto penso che il mondo dell’Istruzione dovrebbe aggiornarsi”.

“Il profilo ideale per noi – riprende l’imprenditore – sono giovani diplomati o che hanno frequentato istituti professionali con indirizzo in Meccanica. La nostra azienda lavora da anni per importanti marchi del territorio che continuano a sceglierci per la qualità e l’affidabilità delle lavorazioni”.

 

“Qui ci sono prospettive di poter contare sulla sicurezza del posto nel lungo periodo”

“Questo – prosegue Raisa – ci ha consentito di superare senza particolari problemi anche le difficoltà create dal Covid. Lo dico per evidenziare che qui, come in molte altre aziende del territorio che tengono alto il livello di qualità, per un giovane ci sono prospettive di poter contare sulla sicurezza del posto nel lungo periodo.

Abbiamo macchine innovative, l’ambiente di lavoro è confortevole e per chi si impegna ed è capace – conclude – una volta formato c’è uno stipendio di tutto riguardo, forse anche più alto di quello che prende un ingegnere in una grande azienda”.  

C.F. 80040250377