Il nuovo Decreto Liquidità

Varato dal Governo il nuovo Decreto (n 23/2020- cc.dd. Decreto Liquidità, - pubblicato in GU 08/04/2020) con cui si è inteso facilitare a imprese (di ogni dimensione e settore, escluso agricoltura), professionisti e lavoratori autonomi l’accesso al credito per l’ottenimento di nuova liquidità per fronteggiare l’emergenza Covid-19 ed assicurare la continuità d’impresa.

Di fatto, (negli artt. 1 e 13) il Decreto Liquidità ha potenziato e definito ulteriormente il meccanismo delle garanzie sui finanziamenti per semplificare e favorire la concessione di nuovo credito sempre per il tramite del sistema bancario.

Due le linee di garanzia dello Stato attivate, per differenti tipologie e dimensioni delle imprese e delle operazioni di finanziamento.

  • Il Fondo Centrale di Garanzia (FCG) per le PMI, esteso, in deroga, anche a autonomi, professionisti ed alle Mid Cap (Imprese dal fatturato superiore ai limiti dimensionali della media impresa ma con numero di dipendenti fino a 499);
  • la SACE spa (società della Cassa Depositi e Prestiti, specializzata nell’assicurazione alle imprese nell’export) per tutte le imprese fino a quelle Grandi (fino a 5000 dipendenti e 1,5 miliardi di euro di fatturato) e Grandissime/complessi industriali (oltre 5000 dipendenti e oltre 1,5 miliardi di euro di fatturato) e per operazioni finanziarie anche di notevole importo.

Fondo Centrale di Garanzia, fino al 31/12/2020

Possibilità per autonomi, professionisti, imprese PMI e Mid Cap di accendere nuovi Finanziamenti bancari con la garanzia, gratuita, del Fondo Centrale di Garanzia (FCG) elevata al 90% e per alcuni tipi di operazioni al 100%, alle seguenti condizioni.

Durata: 72 mesi (6 anni), di cui fino a 24 mesi (2 anni) di preammortamento
Importo: massimo non superiore alternativamente al 25% del fatturato (del 2019), oppure al doppio del costo del personale annuo per il 2019 ( o per l’ultimo anno disponibile), oppure al fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento nei successivi 18 mesi (nel caso di PMI)e nei successivi 12 mesi(nel caso di Mid Cap),  e fino ad un importo massimo garantitile di 5 milioni di euro
Valutazione accesso Garanzia Fondo: semplificata, solo parametri economico-finanziari; no andamentale
Tutti i dettaglia qui>>> 

SACE Spa, fino al 31/12/2020

Possibilità per tutte le imprese, fino ed oltre 5000 dipendenti e 1,5 miliardi fdi fatturato e fino ed oltre 5 miliardi di fatturato, di accendere nuovi Finanziamenti bancari con la garanzia, a costo calmierato, di SACE Spa nella percentuali dal 70% al  90%,  alle seguenti condizioni.
Durata: 72 mesi (6 anni), di cui fino a 24 mesi (2 anni) di preammortamento
Importo: massimo non superiore al maggiore tra il 25% del fatturato del 2019 (risultante da bilancio o dalla Dichiarazione fiscale) e il doppio dei costi del personale per il 2019 (come da bilancio oppure da dati certificati se l’impresa non ha approvato il bilancio)
Obbligo per l’impresa: 1) di non approvare distribuzione di dividendi né riacquisto di azioni nel corso del 2020; 2) di mantenere gli occupati (gestire i livelli occupazionali con accordi sindacali);
Finalità: il finanziamento deve essere destinato a sostenere costi del personale, investimenti o capitale circolante impiegati in unità produttive localizzate in Italia.
Valutazione accesso Garanzia SACE: secondo specifica procedura istruttoria
Tutti i dettagli qui>>>

ALTRE MISURE PER LE PMI PER NUOVA LIQUIDITA’

Il Decreto Liquidità ha inoltre ribadito l’attivazione delle altre misure di accesso al credito bancario per nuova liquidità per le PMI con la Garanzia del Fondo Centrale, anticipate nel precedente Decreto Cura Italia, con la garanzia del Fondo Centrale
Queste in sintesi:

  • Possibilità di rinegoziare il debito bancario in essere, concedendo nuova liquidità e la garanzia del Fondo Centrale fino al 90% (l’operazione deve prevedere l’erogazione di credito aggiuntivo pari almeno al 10% del debito residuo);
  • Possibilità per le imprese del settore turistico-alberghiero di fare operazioni di tipo immobiliare ultradecennali di importo superiore a € 500.000,00 cumulando le garanzie ipotecarie e/o altre forme di garanzia acquisite sul finanziamento con la garanzia del Fondo;
  • Ampliamento della soglia del microcredito da 25 mila euro a 40 mila euro e la garanzia del Fondo Centrale fino al 90%
  • Fondo solidarietà mutui “prima casa”, cd. “Fondo Gasparrini” ad autonomi e professionisti. Maggiori info qui>>>
    Per maggiori informazioni e supporto contattare
    Serfina: 
    051/370107-  serfina@serfina.net 
    Marisa Rossi: 348/3111132
    Margherita Bartolacelli: 347/6030568
    Cristiano Bartolini: 348/6913689
    Gianluca Ciciriello: 348/3111122

 

C.F. 80040250377