La ripartenza del Cioccoshow

Dopo un anno di assenza, per la gioia degli appassionati del cioccolato artigianale torna il Cioccoshow, giunto alla sua sedicesima edizione. Un’edizione che vuole unire la voglia di gustare prelibatezze al cacao insieme alla propria famiglia e ai propri amici, con la sicurezza di farlo in un luogo attento alla sicurezza anti-covid: divertiamoci insieme evitando assembramenti.

 

Da giovedì 18 a domenica 21 novembre in piazza xx settembre

Il Cioccoshow 2021 si svolgerà da giovedì 18 a domenica 21 novembre e tornerà in piazza XX Settembre dove si sono tenute le ultime tre edizioni. Saranno una quarantina gli stand pronti ad accogliere il pubblico, gli espositori come negli anni passati arriveranno da tutte le regioni italiane: Emilia-Romagna, Umbria, Veneto, Lombardia, Puglia, Molise, Calabria e Sicilia. Il Cioccoshow non vuole perdere quella che è stata la sua caratteristica fin dalla prima edizione: portare a Bologna il meglio della produzione artigiana di cioccolato da tutta l’Italia, rendendola così la più importante manifestazione nazionale per il cioccolato artigianale.

 

Promosso da Cna Bologna

Il Cioccoshow è promosso come sempre da Cna Bologna, con l’organizzazione di Wydex-Gruppo BolognaFiere. Il Cioccoshow ha il patrocinio del Comune di Bologna e della Città Metropolitana di Bologna, il contributo della Camera di Commercio di Bologna, sponsor Bonomelli e media partner Radio Bruno.

Il Cioccoshow 2021 si estenderà su tutta piazza XX Settembre e via Galliera ma con un “lay out” espositivo rinnovato e più compatibile con i protocolli anti covid. Gli espositori saranno come sempre collocati sotto tensostrutture, per consentire al pubblico di passeggiare tra gli stand in condizioni ideali anche in caso di maltempo. Saranno distribuiti in varie isole in modo tale che i visitatori potranno costantemente circolare sul perimetro degli stand senza doversi accalcare in corsie affollate, davvero sconsigliate in questo periodo.

 

La sicurezza in primo piano

Mai come per questa edizione il tema della sicurezza sarà curato. Già nelle passate edizioni il protocollo organizzativo era molto elevato. Per l’edizione 2021 si è deciso di seguire il protocollo definito da Aefi (associazione nazionale che rappresenta la maggior parte dei quartieri fieristici italiani) che prevede la presenza di operatori e visitatori possessori di green pass. Il perimetro dell’area espositiva sarà delimitato da transenne con appositi varchi in entrata ed uscita nei quali gli operatori della sicurezza avranno il compito di verificare il possesso del lasciapassare e gestire i flussi. All’interno dell’area inoltre saranno presenti altri operatori che avranno il compito di verificare eventuali situazioni di assembramento e di verificare il corretto utilizzo della mascherina soprattutto in prossimità degli stand.

 

Tutti i gusti del Cacao

Cosa troveranno i visitatori al Cioccoshow? Come sempre i prodotti in vendita consentiranno di soddisfare qualunque richiesta: dal vegan al bio, al bean to bar, ossia produzioni artigianali che vengono realizzate partendo dalla scelta della fava di cacao direttamente dai produttori stranieri, alla loro tostatura, concaggio, fino alla creazione del blend ricercato dal produttore. E naturalmente il classico fondente passando per le varie differenti forme, mix di ingredienti e di spezie.

Il Cioccoshow 2021 oltre a ingolosire vuole anche informare sulle qualità del cacao. Grazie alla partecipazione della ditta To-Ciok di Torino, il cui titolare Davide Appendino ha nuovamente dato la sua disponibilità, verrà realizzata una nuova versione di Pianeta Cacao, uno spazio totalmente dedicato al mondo del cacao e alla sua lavorazione, con la possibilità di toccare con mano le cabosse, i frutti da cui vengono estratti i semi di cacao e di conoscere tutte le fasi che trasformano la materia prima nel prodotto finito che tutti adoriamo. Pianeta Cacao, nel grande spazio didattico che avrà all’interno del Cioccoshow, ospiterà un laboratorio per bambini ed adulti, con una serie di appuntamenti al giorno in cui i partecipanti potranno imparare a temperare a mano il cioccolato realizzando la propria tavoletta da portarsi a casa come souvenir dell’esperienza. In più nello stand sarà presente per tutto il periodo della manifestazione un produttore di cacao dell’Ecuador, per farsi spiegare la materia prima direttamente da chi la raccoglie nei paesi d’origine.

 

Ciocconight e taglio del nastro

Non mancherà naturalmente la Ciocconight: sabato sera 20 novembre gli stand rimarranno aperti fino alle ore 24 e il pubblico oltre che gustarsi cioccolato “by night” potrà ascoltare la musica diffusa dai dj di Radio Bruno.

Il Cioccoshow 16sima edizione verrà inaugurato giovedì mattina 18 novembre alle 11.30. Al taglio del nastro saranno presenti promotori, organizzatori, istituzioni. Sarà l’occasione per ricordare due grandi maestri pasticceri bolognesi, entrambi tra i fondatori del Cioccoshow, che purtroppo ci hanno lasciati negli scorsi mesi: Renato Zoia, pasticcere, tra i più importanti Maestri Cioccolatieri a livello nazionale e molto noto all’estero e Luigi Laganà, storico, famoso e apprezzatissimo pasticcere artigiano bolognese.

 

Dedicato a Renato Zoia e a Luigi Laganà

Renato Zoia per oltre cinquant’anni ha dedicato la propria vita al mondo della pasticceria, è stato tra i protagonisti assoluti del Cioccoshow fin dalla sua prima edizione del 2005, in quanto membro fondatore dell’Associazione ChiocchinBo e organizzatore del Laboratorio del Cioccoshow, una vera scuola di pasticceria cioccolatiera che ha visto passare il top dei suoi colleghi Maestri cioccolatieri.

Il laboratorio di Pianoro e la pasticceria di via Santo Stefano di Luigi Laganà sono un punto di riferimento per gli appassionati dell'arte dolciaria, non solo bolognesi. Come Zoia, Laganà fu tra i promotori nel 2004 del Cioccoshow insieme ad altri colleghi dell'Associazione Ciocchinbò.

 

La conferenza stampa

“Da neo-assessora al commercio è bello vedere riaperture come quella del Cioccoshow – ha commentato questa mattina alla conferenza stampa Luisa Guidone, Assessora a Economia di vicinato e commercio del Comune di Bologna -: Ringraziamo chi è riuscito ad organizzare nuovamente una iniziativa che ormai fa parte della tradizione bolognese ed è occasione di rilancio e di sviluppo per la nostra città”.

 

“Come Cna e come imprenditori avevamo voglia di ripartire, di girare pagina dopo mesi di lockdown e il Cioccoshow è il simbolo di questa ripartenza – ha aggiunto Antonio Gramuglia, Presidente Cna Bologna, promotrice del Cioccoshow -. Una riapertura però all’insegna della sicurezza e del rispetto dei protocolli, come hanno sempre fatto le piccole imprese bolognesi. Già da lunedì prossimo, appena terminato il Cioccoshow 2021, ci metteremo al lavoro per l’edizione 2022 che vorremmo in ulteriore crescita”.

 

“Quando abbiamo fondato il Cioccoshow – ha spiegato il maestro cioccolatiere Francesco Elmi – insieme agli altri colleghi pensavamo ad una manifestazione che fosse la più importante d’Europa per il cioccolato artigianale. Credo che ci siano ancora le condizioni per farlo, la location però è molto importante e il Cioccoshow di nuovo in Piazza Maggiore è un desiderio che rimane sempre nel cuore”.

 

“Col Cioccoshow abbiamo voluto dare un messaggio importante, che le manifestazioni fieristiche possono ripartire e vivere, se si rispettano i protocolli sicurezza. E così abbiamo fatto col Cioccoshow – ha concluso Alberto Deleonardis, Project Manager Cioccoshow, Wydex Gruppo BolognaFiere, organizzatrice del Cioccoshow

C.F. 80040250377