Pane artigianale e solidale

Pane artigianale e solidale

Pane artigianale e solidale

Celebrare la legge regionale assieme al piacere di donare a chi svolge importanti azioni per il prossimo, ecco come nasce l’ennesima iniziativa che vedrà l’Unione Regionale Panificatori assieme a Cna Bologna e in collaborazione con Ascom Confcommercio Bologna, installare il forno mobile in Piazza Minghetti da lunedì 16 a sabato 21 ottobre.

In quelle giornate, i fornai padroni di casa dell’Associazione Panificatori di Bologna, assieme ai colleghi delle altre associazioni provinciali e di Cna Bologna, al fine di dare enfasi alla legge regionale a tutela del pane fresco artigianale, produrranno in loco e metteranno in vendita pane, raviole e crescente, il cui ricavato verrà interamente devoluto a Loto Onlus, associazione no profit che si occupa della ricerca per sconfiggere uno tra i carcinomi più letali per le donne, quello ovarico, con una mortalità molto alta: il 50% a 5 anni. Solo a Bologna nel 2016 si sono registrati 96 nuovi casi di tumori maligni dell'ovaio, mentre i  decessi accertati nel 2015 sono stati 76 (fonte: registro regionale “I tumori in Emilia-Romagna”).

"Quando una legge tutela un prodotto artigianale è una vittoria sia per gli artigiani che per i consumatori ed è giusto fare festa. Per questo motivo con grande entusiasmo Cna e i suoi artigiani del pane partecipano insieme all'Associazione Panificatori alla festa del Pane in Piazza Minghetti in collaborazione con Confcommercio Ascom Bologna, un'iniziativa che ha anche un importante fine sociale. Cna anche con questa azione di sostegno ai promotori della legge regionale sul 'pane fresco', che ringraziamo, conferma il suo impegno nel sostenere le imprese che conservano attraverso generazioni la tradizione della produzione artigianale, in questo caso il pane, fortemente radicata nel territorio, con prodotti che ne esprimono la cultura e la tradizione" afferma Cinzia Barbieri, Direttore Generale Cna Bologna.

“Siamo pronti a tornare nuovamente in Piazza con lo spirito propositivo che ci contraddistingue. Da sempre, come Associazione Panificatori di Bologna, abbiamo fatto tutto quanto in nostro potere per valorizzare la qualità dei prodotti e le nostre attività e, non meno importante, aiutare il prossimo. Come sempre sarà al nostro fianco Confcommercio Ascom Bologna che, anche in questa occasione, ci affiancherà a 360 gradi” conclude Thomas Giardini presidente Associazione Panificatori di Bologna e provincia.

“Con questa proposta di legge vogliamo fare chiarezza sul pane fresco, valorizzando chi lo produce e informando chi lo consuma, con l’obiettivo di colmare un vuoto normativo che ormai da oltre dieci anni permane, a seguito della mancata emanazione dei decreti ministeriali previsti dal Decreto Bersani. Una legge regionale sul pane e sui prodotti da forno per consentire al consumatore una scelta consapevole, attraverso nuove regole, informazioni alla vendita e nuove opportunità di valorizzazione come, ad esempio, l’istituzione della “Giornata del pane e dei prodotti da forno”. Ancora, con la proposta di legge, si ricerca la massima valorizzazione della professione artigiana che, in Emilia Romagna, è punto di riferimento per la produzione di eccellenze alimentari che connotano il nostro territorio in Italia e all’estero, esprimendo una specificità unica, preziosa e quindi da valorizzare” annuncia Barbara Lori, Consigliera Regionale PD e relatrice del P.D.L.

“L’iniziativa che abbiamo presentato, sarà l’occasione per festeggiare il raggiungimento di un obiettivo che auspicavamo da tempo a livello regionale, ovvero la stesura della legge sul Pane Fresco, da molto tempo in cantiere e finalmente in dirittura d’arrivo. Questo è un risultato raggiunto grazie anche all’importante contributo delle nostre associazioni provinciali e delle sigle che hanno al loro interno il settore della panificazione, come CNA, assieme alla quale lavoreremo per valorizzare l’importanza di una normativa che non solo tutela il pane fresco, ma permette anche al consumatore una scelta più consapevole. Collaborare fattivamente con altre Associazioni conferma quello che da tempo sostengono molti associati, il nostro lavoro e le nostre attività devono essere valorizzate tutti assieme, non ci devono esser ostacoli o muri virtuali verso i quali non c’è  alcuna comprensione da parte di chi ogni notte si alza per produrre concretamente. La nostra categoria ha bisogno di esser maggiormente tutelata, anche per dare il giusto risalto al prodotto che all’interno della dieta mediterranea riconosciuta dall'Unesco, rimane uno degli alimenti alla base della piramide alimentare” dichiara Giancarlo Ceccolini Presidente Associazione Panificatori Regionale.

 “Con questa proposta di legge vogliamo fare chiarezza sul pane fresco, valorizzando chi lo produce e informando chi lo consuma, con l’obiettivo di colmare un vuoto normativo che ormai da oltre dieci anni permane, a seguito della mancata emanazione dei decreti ministeriali previsti dal Decreto Bersani. Una legge regionale sul pane e sui prodotti da forno per consentire al consumatore una scelta consapevole, attraverso nuove regole, informazioni alla vendita e nuove opportunità di valorizzazione come, ad esempio, l’istituzione della “Giornata del pane e dei prodotti da forno”. Ancora, con la proposta di legge, si ricerca la massima valorizzazione della professione artigiana che, in Emilia Romagna, è punto di riferimento per la produzione di eccellenze alimentari che connotano il nostro territorio in Italia e all’estero, esprimendo una specificità unica, preziosa e quindi da valorizzare” annuncia Barbara Lori, Consigliera Regionale PD e relatrice del P.D.L.

"In collaborazione con l’Associazione Panificatori di Bologna e Provincia, lavoriamo da anni sia per lo sviluppo di iniziative dedicate alla raccolta fondi e per la creazione dei prodotti legati alla panificazione. Siamo felici per questo di essere presenti oggi ad illustrare un progetto di legge che ha, al tempo stesso, sia lo scopo di garantire una migliore qualità al cleinte, sia l'obiettivo di puntare ulteriormente sulla tutela della salute dei consumatori. Da diversi anni Confcommercio Ascom Bologna promuove un programma di informazione e iniziative sul territorio dedicato a valorizzare i temi legati alla corretta alimentazione e al consumo di prodotti di alta qualità e questo percorso normativo, finalizzato a garantire una maggiore freschezza del pane e ad abbattere una possibile concorrenza sleale - ormai molto diffusa sul territorio - rientra pienamente nei nostri intenti, che sono quelli di di sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema del guadagno in salute attraverso il mangiare sano e tradizionale” dichiara Giancarlo Tonelli Direttore Generale Confcommercio Ascom Bologna.