Pensionati “sensibili” premiati dal Cardinale Zuppi e da Opimm

Venerdì 10 dicembre a Villa Pallavicini sono stati consegnati importanti riconoscimenti a pensionati Cna che hanno realizzato prototipi e strumenti di lavoro per le persone fragili che frequentano i centri di formazione e di lavoro Opimm.

Nel corso del convegno “Il Lavoro Nobilita e Mobilita”, organizzato da Opimm per ricordare i dieci anni dalla scomparsa del suo fondatore Don Saverio Aquilano, sono stati chiamati sul palco Adolfo Dondi, Alberto Franceschini e Sandro Vanelli insieme al Segretario Cna Pensionati Bologna Marisa Raffa. A loro i dirigenti Opimm e il Cardinale Zuppi, Arcivescovo di Bologna, hanno consegnato una pergamena che attesta il loro impegno solidale e volontario per favorire l’accesso al lavoro a persone per le quali le attività lavorative sono un grande veicolo di inclusione sociale.

Opimm stessa nei suoi Centri realizza commesse per aziende che necessitano di prodotti, inoltre agevola persone disabili che uscendo dalla formazione Opimm vengono assunti da aziende. Gli strumenti realizzati dai pensionati Cna sono già utilizzati con successo in questi centri.

Come hanno spiegato i pensionati Cna, il loro impegno è anche un modo di rendere utile e solidale quanto hanno realizzato durante la loro attività di artigiani. “E’ il volontariato delle competenze” ha spiegato il Segretario Marisa Raffa, mettere a disposizione il know how artigiano a favore del sociale.

Nella mattinata è stato anche inaugurato il giardino di Villa Pallavicini intitolato a Don Saverio Aquilano, durante il quale Opimm ha nominato i suoi “ambasciatori” che divulgano nella società quanto realizza l’Opera dell’Immacolata. Tra questi è stato nominato Claudio Pazzaglia, Direttore Cna Bologna.

 

Guarda le immagini e le interviste>>>>

C.F. 80040250377