Bando Export e internazionalizzazione intelligente

Bando Export e internazionalizzazione intelligente

Bando Export e internazionalizzazione intelligente

La Regione Emilia-Romagna e Unioncamere Emilia-Romagna promuovono progetti di “Promozione export e internazionalizzazione intelligente”, che prevedono la concessione di contributi alle imprese emiliano-romagnole nell'ambito di un apposito bando.

Possono presentare domanda di contributo le imprese di micro, piccola e media dimensione (MPMD,) non esportatrici o esportatrici non abituali (> del 20% del fatturato) ed esportatrici abituali (< del 20% del fatturato), aventi sede legale e/o sede operativa attiva in Emilia-Romagna con un fatturato minimo di 300.000,00 euro. I contributi saranno assegnati prioritariamente alle imprese non esportatrici ed esportatrici non abituali e in via subordinata alle imprese esportatrici abituali.

Le imprese dovranno presentare un solo progetto finalizzato a supportarle e prepararle a presentarsi su massimo 2 mercati internazionali attraverso servizi di consulenza esterna.

Il progetto dovrà prevedere l’analisi delle capacità e delle potenzialità dell’impresa e almeno una tra le seguenti tipologie di attività, motivandone la scelta:

  • potenziamento degli strumenti promozionali e di marketing in lingua straniera;
  • protezione del marchio dell’impresa; 
  • ottenimento delle certificazioni di prodotto;
  • T.E.M. Temporary Export Manager e/o T.M.M. Temporary Marketing Manager. L’esperto senior potrà essere affiancato da una risorsa junior, inserita anche attraverso il ricorso al tirocinio formativo, per un minimo di quattro mesi;
  • partecipazione a massimo due fiere certificate “internazionali” in qualità di espositori nei paesi esteri indicati nel progetto e/o in Italia;
  • realizzazione di uno o più eventi con finalità commerciale nei Paesi esteri target del progetto;
  • incontri personalizzati con operatori dei Paesi esteri prescelti, da realizzarsi in Italia o all’estero
  • I progetti avranno inizio a partire dal 01/01/2019 e dovranno concludersi entro il 31/12/2019.

Verrà attribuita una premialità in termini di punteggio alle imprese che avranno partecipato, o che si impegnano a partecipare, a un percorso formativo di base per un minimo di 12 ore in tema di internazionalizzazione. Saranno ritenuti validi i percorsi formativi realizzati a partire da settembre 2018 e conclusi entro il 31 dicembre 2019.

L’azienda riceve a saldo, a fronte di una rendicontazione puntuale di attività e costi, un contributo del 50% delle spese ammissibili, in regime de minimis, da un minimo di 3.000,00 euro fino ad un massimo di 20.000,00 euro.

Vi ricordiamo che CNA Bologna può supportare le aziende:
- presentazione delle domande di contributo;
- rendicontazione del progetto;
- analisi obbligatoria delle capacità e potenzialità dell’impresa per affrontare un percorso di internazionalizzazione, poiché CNA Bologna è tra le società accreditate dal MISE;
-registrazione marchio di impresa;
- percorsi formativi in tema di internazionalizzazione che determinano una premialità in termini di punteggio attraverso l’ente di formazione ECIPAR;
- disposizione di TEM Junior e TEM Senior per la realizzazione dei progetti di internazionalizzazione, poiché CNA Bologna è tra le società accreditate dal MISE scopri la soluzione offerta >>>;
- tutte le attività previste dal bando.

Le domande di contributo potranno essere presentate esclusivamente in via telematica, a partire dalle ore 10.00 del 4 febbraio fino alle ore 16.00 del 18 marzo 2019.

Per informazioni e fissare un appuntamento di approfondimento: Elisa Bianchini Sportello CNA Estero CNA Bologna 051299324 sportellocnaestero@bo.cna.it