Reagire all'emergenza

Reagire all'emergenza

Reagire all'emergenza

Coronavirus, come si può reagire a questa emergenza? Quali le strategie associative, le scelte imprenditoriali, le decisioni istituzionali che si possono prendere o sono già state prese. Quali nuovi servizi e prodotti stanno realizzando le imprese.

A tutte queste domande rispondono le interviste realizzate da Cna Bologna che trovate raccolte in questa pagina.

“Gli edili pronti a ripartire”.  Enzo Ponzio, Presidente Cna Costruzioni nazionale
“Abbiamo avuto difficoltà a reperire i dispositivi, le norme di sicurezza sono rigorose e gli scenari cambiati. Sarà una prova durissima, ma l’edilizia deve ripartire. Cna si è impegnata a sostenere le piccole imprese edili, artigiani ed autonomi. Perché è un settore trainante della nostra economia e dà lavoro a migliaia di persone nell’area metropolitana di Bologna. Non ci possiamo permettere di rischiare una nuova chiusura”.
Guarda tutta l’intervista>>>

“Col delivery abbiamo reagito al virus”.  Max Poggi, Ristorante Massimiliano Poggi cucina
“Appena chiusi ci siamo subito dedicati al delivery, un lavoro completamente nuovo per un cuoco. Noi proponiamo piatti con prodotti di qualità, ordinati su piattaforma digitale o al telefono. Il piatto del lockdown? La lasagna tradizionale.
Come sarà la riapertura? Non mi spaventa il rispetto delle norme di sicurezza e le distanze, ci adegueremo. Mi spaventa che l’80% dei consumatori avrà paura ad entrare in un luogo pubblico. Dovremo proporre nuove opportunità, comunicarle in modo nuovo”.
Guarda tutta l’intervista>>>

Taldeg,  l’arte che non si ferma nel tempo del virus
#Lartenonsiferma #Taldeg. Ha preso in parola la sfida al virus la dinamica startup bolognese il cui nome sotto le due Torri non ha bisogno di traduzione. Adottando l’hashtag che in queste settimane scorre rapido sul web e sui social, ha lanciato un progetto culturale che si è tradotto in una campagna di raccolta fondi a favore della Fondazione Sant’Orsola.
Leggi tutto l’articolo>>>

Gruppo CER,  visione e organizzazione per combattere il virus
CER Medical, del Gruppo CER, fornisce serbatoi e bombole d’ossigeno a ospedali, Rsa e 12.000 pazienti a domicilio. L’amministratore delegato Alberto Paleari spiega come si erano preparati all’emergenza Coronavirus, mettendo in campo misure di sicurezza e bonus per i dipendenti. Ed in effetti le richieste dagli ospedali si sono raddoppiate e quelle dalle Rsa sono cresciute del 25%.
Leggi tutto l’articolo>>>

Zero Epidemy Point, reparti di cura mobili anti-coronavirus 
Zeprojects srl, start up innovativa, ha progettato con altri partner ZePoint (Zero Epidemy Point): dei reparti mobili sanitari in materiale antibatterico e antivirale, montabili e smontabili. 
Utili per contrastare il Covid, possono fungere da triage per strutture sanitarie, per il riposo del personale sanitario in isolamento, come ambulatori medici, come hub di quartiere dove fare prevenzione coi tamponi. 
Hanno già ricevute offerte dall’estero. Il Ceo Francesca Di Giacomo fa parte della presidenza Cna Giovani Imprenditori Bologna.
Guarda tutta l’intervista >>>

“Più strumenti e conoscenza digitale per gli anziani”
“Più strumenti e conoscenza digitale per gli anziani”.  Questa sarà una delle priorità secondo Elena Gaggioli, Assessore alla famiglia del Comune di Bologna, intervistata da Cna Bologna. “Dobbiamo porci con forza il tema di come rendere accessibili i servizi agli anziani: servono strumenti digitali adatti e occorre insegnare loro come utilizzarli”.
“Ringrazio Cna Pensionati per quanto ha fatto a sostegno degli anziani, dimostrazione che pubblico e privato devono collaborare, di come il tessuto associativo sia molto forte”.
“Uscita scaglionata per età nella fase due? Non mi sembra la soluzione migliore”.
Guarda tutta l’intervista all’Assessore Elena Gaggioli>>>

Claudio Pazzaglia, Direttore Cna Bologna: “Artigiani pronti per la fase 2”
Francesco Spada intervista Claudio Pazzaglia, Direttore CNA: gli artigiani sono pronti per la Fase 2, ma servono aiuti concreti da parte del Governo, della Regione e dei Comuni. No a prestiti che servono solo a pagare le tasse. Non si possono fare Tavoli tecnici senza la presenza di imprenditori. Per CNA la ripartenza del 4 maggio rischia di essere solo virtuale..
Guarda l'intervista qui>>>

Moima, app per prenotare e fruire in sicurezza i servizi degli artigiani nella Fase Due
Una piattaforma digitale e una app che consente di prenotare dallo smartphone prestazioni e servizi rivolti alla comunità e offerti dalle aziende artigiane.
Moima è un progetto nato dall’incontro di due aziende di consulenza di marketing di Bologna, BIG e M2I. In grado di integrarsi utilmente per rispondere alle necessità che seguiranno con il graduale riavvio delle diverse attività nella Fase 2 dell’emergenza coronavirus.
Gli appuntamenti ad esempio potranno svolgersi garantendo più facilmente i requisiti di sicurezza in termini di distanziamento. 
Leggi tutto l’articolo >>>

Pendragon, “la scrittura come antidoto all’inquietudine”
Sarà in libreria alla fine di maggio e si intitola “#iostoacasa. Racconti dal marzo 2020”. E’ una antologia di testi scritti da persone note come il Sindaco di Bologna Virginio Merola e tantissimi anche alla prima esperienza di scrittura. Tema: come si sta vivendo l’esperienza coronavirus. Pendragon aveva invitato a mandare il proprio testo sulla pagina facebook della casa editrice. Ne ha ricevuti oltre 800, ne ha selezionati un centinaio.
Abbiamo intervistato Federica Rapini, Responsabile Ufficio stampa e Organizzazione eventi Pendragon.
Guarda l’intervista >>>

“Nessuno sarà lasciato solo”
Valerio Veronesi, Presidente Cna Bologna
Un’intervista su quanto sta facendo Cna per le sue imprese sia a livello nazionale che bolognese, le ulteriori richieste che l’Associazione sta portando con forza al Governo. E un messaggio a tutti gli associati Cna Bologna.
Guarda l’intervista>>>